Sandra Montelisciani

Bilancio e Contabilità, Finanza aziendale, Controllo

Dichiarazione di successione editabile compilabile salvabile

DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE Editabile compilabile in Pdf- Clicca sul link per scaricare il Modello 4 per il versamento sulla denuncia di successione.

DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE COMPILABILE

Clicca sul link sottostante per scaricare le istruzioni



F24 ELIDE compilabile e salvabile Pdf

F24 ELIDE compilabile in Pdf- Clicca sul link per scaricare il Modello F24  ELIDE per il versamento imposta di registro sulle locazioni.

F24-ELIDE

Clicca sul link sottostante per scaricare le istruzioni



F23 compilabile editabile

F23 COMPILABILE – Clicca sul link sottostante per scaricare il Modello F23 compilabile editabile salvabile gratis in PDF

F23-COMPILABILE EDITABILE

Clicca sul link sottostante per scaricare le istruzioni



Modello ELIDE pagamento registrazione contratti di locazione compilabile e salvabile in PDF

F24 ELIDE compilabile – Clicca sul link sottostante per scaricare il Modello F24  ELIDE per il pagamento registrazione dei contratti di locazione compilabile editabile

F24-ELIDE contratti locazione

Clicca sul link sottostante per scaricare le istruzioni



Certificazione Unica – modello e istruzioni

Clicca sul link sottostante per scaricare la Certificazione Unica 2015 PDF

  Certificazione Unica 2015

Clicca sul link sottostante per scaricare le istruzioni



F24 ELIDE editabile salvabile

F24 ELIDE editabile – Clicca sul link sottostante per scaricare il Modello F24  ELIDE editabile compilabile in Pdf

F24-ELIDE

Clicca sul link sottostante per scaricare le istruzioni



Il Rendiconto Finanziario – Cash Flow Statement

COME REDIGERE IL RENDICONTO FINANZIARIO.

ll Decreto Legislativo 139/2015 ha introdotto il Rendiconto Finanziario fra gli schemi obbligatori del Bilancio (art.2423, comma 1 Codice Civile), esentandone la redazione obbligatoria, per semplificazione, le micro-imprese e le società che redigono il bilancio in forma abbreviata. 
Talvolta si ritiene che la finanza aziendale sia un’ attività che riguardi solo le grandi società e solo in maniera marginale appartenga alle Piccole e Medie imprese.  La finanza aziendale invece è un’attività che strategicamente le PMI dovrebbero adottare per  restare al passo coi tempi e per resistere in uno scenario sempre più critico e competitivo; essa permette di creare una lungimirante cultura aziendale attenta alle azioni di controllo e all’attività di programmazione.

Il Rendiconto Finanziario

Il Rendiconto finanziario è uno strumento di analisi e di comunicazione che ha la funzione di indicare l’origine e le modificazioni delle fonti  di liquidità e le relative destinazioni (impieghi).

L’utilità del Rendiconto finanziario è di  valutare la produzione di risorse finanziarie  al fine di verificare se la gestione economica del business genera liquidità o assorbe risorse: è nel fatto  la coincidenza fra  andamenti economici e  andamenti finanziari e monetari della gestione, e  costituisce quindi una fonte autonoma e preziosa di informazioni  per la migliore interpretazione del bilancio di esercizio.

Al rendiconto finanziario sono legate molteplici finalità:

  • valutare le cause che hanno migliorato o peggiorato la situazione finanziaria e monetaria di ogni singola area gestionale;
  • definire la composizione delle fonti e degli impieghi, verificandone l’equilibrio e individuando le opportune leve gestionali di intervento;
  • individuare le aree che hanno maggiormente generato  risorse e quelle ne hanno assorbite, misurando i possibili effetti negli esercizi futuri.
 

 CORRELAZIONE FRA FLUSSI  ⇐

 
 
 
 

CONTATTI

sandra@sandramontelisciani.it
  

Interventi di Ricostruzioni Contabilità irregolari

RICOSTRUZIONI e RISTRUTTURAZIONI CONTABILITA’.

La presenza di scritture contabili inattendibili è uno dei presupposti più ricorrenti per ricevere un accertamento induttivo da parte dell’Amministrazione Finanziaria.  

sandra-montelisciani 

La tenuta di una contabilità ordinaria corretta rappresenta sicuramente per l’impresa un importante  strumento di difesa in caso di verifica tributaria oltre ad essere motivo di ottenere un Bilancio  esercizio veritiero che misura l’andamento corretto dell’attività. 

latest_news2 La Legge anti-corruzione entrata in vigore il 14 giugno 2015, ha aggravato le pene per il reato di falso in bilancio. Il nuovo art. 2621 del codice Civile, ha ricondotto fra i reati penali, le false comunicazioni sociali e con esse l’omissione di “fatti materiali rilevanti la cui comunicazione e’ imposta dalla legge sulla situazione economica, patrimoniale o finanziaria della societa’ o del gruppo al quale la stessa appartiene, in modo concretamente idoneo ad indurre altri in errore”.

I rischi per gli amministratori e per i sindaci risultano essere notevolmente aumentati, in considerazione anche della perseguibilità d’ufficio delle nuove fattispecie penali, anche in capo alle società non-quotate; un aggravamento rispetto a prima dell’entrata in vigore della nuova Legge quando per questo tipo di società era necessaria una querela di parte che difficilmente veniva presentata.

Le false comunicazione sociali sono espresse tipicamente in presenza di una Contabilità irregolare ed inattendibile, la quale è dichiarata in caso il contribuente non abbia tenuto le scritture contabili o siano riscontrate omissioni o false o inesatte indicazioni e/o irregolarità formali o sostanziali gravi (DPR 600/73 e DPR 570/96).

Per i casi di crisi aziendale e di ricorso ad una procedura concorsuale, l’inattendibilità delle scritture contabili è sanzionata dalla Legge Fallimentare come reato penale di bancarotta fraudolenta, in quanto comporta l’impossibilità di ricostruire i fatti aziendali che può essere causa di pregiudizio degli interessi dei creditori. 

La Corte di Cassazione ha precisato, inoltre, con la sentenza 2324/2014 del 03/02/2014 che “La tenuta in modo sommario e non intellegibile della contabilità sociale è di per sé giustificativa della condanna dell’amministratore al risarcimento del danno, in sede di azione di responsabilità promossa dalla società ex art. 2392 c.c., ……….  in base a tale principio, l’amministratore non può far escludere la propria responsabilità in ordine alle risultanze della contabilità dell’impresa avendo avuto l’obbligo giuridico di custodirla e tenerla in modo formalmente corretto.”

Una contabilità inattendibile  è salva solo con la prova contraria o, più prudentemente, con un’attività preventiva di Ricostruzione contabile. 

Una efficace attività di Ricostruzione Contabile deve essere impostata affinché il risultato abbia l’obiettivo di ripristinare la regolarità formale e sostanziale dell’area di Bilancio ma anche il recupero del controllo della gestione aziendale, indispensabile all’Imprenditore o al C.d.A. per condurre l’Impresa verso gli obiettivi di pianificazione, di efficacia e di efficienza: 

  • effettuare indagini documentali per ricostruire l’attendibilità della rappresentazione economico-patrimoniale e finanziaria dell’azienda;
  • individuare le potenziali aree a rischio ed implementare sistemi di controllo preventivo;
  • ripristinare l’attendibilità di Bilancio ed il controllo sull’area contabile-amministrativa;
  • introdurre nuovi strumenti di lavoro a supporto del controllo e della pianificazione;
  • introdurre una nuova cultura rivolta alla pianificazione e all’orientamento verso il risultato.

                                  per Interventi di  Ricostruzione Contabile:

                                                                CONTATTI

                                                sandra@sandramontelisciani.it


 
Argomento correlato   ↓

IL RENDICONTO FINANZIARIO – Cash Flow Statement

 

Contabilità esterna per Piccole e Medie Imprese PMI

Contabilità a Firenze.

contabilita esterna per Piccole Medie Imprese PMI

La tenuta esterna della Contabilità generale per Piccole e Medie Imprese (PMI), è un’opportunità per l’impresa di abbattere i costi fissi e avere garantito un standard qualitativo elevato, grazie al fatto che già dai semplici movimenti quotidiani, si possono individuare gli impatti che le operazioni avranno sui risultati economici e sull’andamento dei flussi finanziari.

Il regime di Contabilità Ordinaria è:
  • un adempimento obbligatorio per le società di capitali e le Aziende che superano determinate soglie di fatturato; 
  •  un’attività ” a valore”  che diventa occasione per rilevare le informazioni utili alla gestione aziendale, quali:
    • analisi dei flussi finanziari: liquidità, crediti clienti, richiesta finanziamenti;
    • analisi dei costi:  budget e margini economici;
    • controllo di gestione: recupero della redditività;
    • analisi dei rapporti con gli Istituti di credito: condizioni bancarie, rating merito creditizio (Basilea).

Il nostro servizio di tenuta della Contabilità Generale include:

  • Tenuta scritture  e Libri Contabili
  • Bilanci e Rendiconti Finanziari;
  • Scadenze fiscali periodiche (IVA, Intrastat, Black List).

inoltre, senza costi aggiuntivi:

  • controllo dell’andamento dei flussi di cassa 
  • controllo delle condizioni bancarie applicate dagli Istituti di credito.
Per maggiori dettagli:
CONTATTI
sandra@sandramontelisciani.it
 
 
 

Il valore della contabilità generale – Contabilità a Firenze

Contabilità a Firenze. 

La contabilità generale è un sistema di fondamentale importanza per la vita di un’impresa, rappresenta il momento informativo e conoscitivo per eccellenza dell’amministrazione economica di un’azienda, senza la quale la gestione si svolgerebbe “alla cieca” e non potrebbe, quindi, raggiungere le condizioni di equilibrio indispensabili per la sopravvivenza e lo sviluppo.

Sebbene quasi sempre è relegata al  ruolo di adempimento burocratico per l’assolvimento di norme civilistiche e fiscali, la contabilità generale o contabilità ordinaria è raramente valorizzata per la sua reale portata in qualità di strumento strategico necessario per la pianificazione, l’analisi e  il controllo della gestione dell’impresa.  

Tenuta della Contabilità a Firenze

Tenuta della Contabilità a Firenze

Sono necessarie forti ed esperte competenze tecniche, tali da individuare già dai semplici movimenti quotidiani, gli impatti che le operazioni avranno sui risultati economici e sull’andamento dei flussi finanziari.

Sarebbe auspicabile ricordare che il bilancio di esercizio,  documento finale della contabilità generale, è rivolto non solo ai soggetti esterni all’impresa (stakeholders), per finalità di pubblicità e per finalità di determinazione di imponibile fiscale, ma principalmente è rivolto all’impresa stessa, per la sua continuità e per la qualità della sua gestione.

Per approfondimenti ed info:

CONTATTI
segreteria@sandramontelisciani.it
 
 

Argomento correlato  ↓

IL RENDICONTO FINANZIARIO (Cash Flow Statement) 

Sandra Montelisciani

Contabilità e Bilancio, Finanza aziendale, Controllo

Firenze (Italy) - P.IVA 05230970484

e-mail sandra@sandramontelisciani.it - Tel. (+39) 335 7057747

Privacy & Cookie Policy - Disclaimer